standard-title Masterclass & Workshop

Masterclass & Workshop

Improvvisazione

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Alfonso Deidda

Concetto generale: l’improvvisazione, tonale/modale, brevi cenni storici.

  • Analisi ad orecchio di assoli di vari jazzisti a scopo esemplificativo.
  • Brevi cenni di Armonia Jazzistica (applicata al pianoforte)
  • Applicazione di vari patterns su sequenze 2-5-1 e su strutture semplici.
  • Affronteremo concetti armonici ed i voicing da Bill Evans a McCoy e da C. Parker e Sonny Stitt a Joe Henderson e Coltrane.
ORARI

 

 

Canto 

Venerdì 13 e Domenica 15 Settembre

Docente: Walter Ricci

GIANT STEPS

Un percorso di ricerca che attraverso il mainstream giunge alle sonorità moderne del pop internazionale.

TEMI DELLA MASTERCLASS

  • Vocalità: scoprire le proprie radici e caratteristiche vocali per consolidare la propria espressione e personalità vocale;
  • Ascolto: gli standards che hanno dato il via al pop;
  • Lezione Concerto: performance di un inedito o di una cover con l’eventuale accompagnamento ad uno strumento armonico;
  • Scat e musicalità: accenti ritmici, modulazioni melodiche e variazioni su tema

APPROFONDIMENTI

  • Performance
  • Interpretazione
ORARI

 

 

Pianoforte

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Claudio Filippini

In quanti modi si può accompagnare al pianoforte? Tanti sicuramente e molto dipende dal genere e dal repertorio ma, dall’aria d’opera o da camera allo standard jazz o pop l’accompagnamento al pianoforte fa la differenza in termini di performance e di artisticità del risultato sia in termini di stile esecutivo che di qualità della scrittura.

In questo seminario si proporrà agli allievi pianisti un lavoro sulla tecnica del voicing passando per stili diversi, dagli anni ’20 al bebop fino ai nostri giorni. Si illustreranno i vari modi d’improvvisare e creare un accompagnamento su una progressione tonale per uno standard Jazz o pop.  Questo lavoro di pratica e di analisi degli schemi compositivi, però, travalica lo stretto confine dei generi musicali e si estende anche all’analisi del repertorio classico, alla scoperta delle tecniche di strumentazione, scrittura e ricerca timbrica operate da compositori classici alla ricerca di una linea di continuità musicale e pianistica che unisce passato e presente.

La Masterclass si svolgerà in forma teorico pratica per permettere ai partecipanti di sperimentare e ampliare le proprie abilità improvvisativee creative pertanto possono parteciparvi  tutti gli allievi pianisti di triennio e biennio accademico delle Scuole di Pianoforte classico, Pianoforte jazz, Accompagnamento pianistico frequentanti il conservatorio, nonché tutti gli allievi della Scuola di Jazz e della scuola di Canto.

 

ORARI

 

 

Tromba

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Giovanni Amato

TECNICA TROMBETTISTICA GENERALE

  • Impostazione
  • armonici, flessibilità del labbro
  • legato jazz

STUDIO

  • Mantenimento e studio giornaliero.

APPROCCIO DI BASE ALL‘IMPROVVISAZIONE JAZZ

  • Sistema tonale e modale.
  • Formazione degli accordi.
  • Armonizzazione delle scale.
  • Modi e Scale che si formano dalla Scala Maggiore, dalla Scala Minore Melodica Ascendente e dalla Scala Minore Armonica.
  • Approfondimento sulla Scala Pentatonica, Esatonale, Diminuita, Bop, Scala Blues.
  • II-V-I in tutte le tonalità maggiori e minori.
  • Sostituzione di Tritono.
  • Tonicizzazione su un giro armonico.
  • Studio e sviluppo della Pentatonica Maggiore e Minore, modi che ne derivano e Patterns.
  • Blues Maggiore e Minore
  • Rhythm Changes (Anatole).
  • Studio e sviluppo della Tecnica per Quarte, Patterns.
  • Ritmo e costruzione degli assoli.
  • Linguaggio: studio su trascrizioni di celebri assoli Jazz e duetti in stile Be Bop.
  • Studio sul repertorio di Standards Jazz.
ORARI

 

 

Sassofono

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Daniele Scannapieco

L’EVOLUZIONE DEL LINGUAGGIO DEL SASSOFONO

Nei due giorni di incontro con gli studenti, dopo valutazione del livello di preparazione generale, si andrà ad analizzare come è mutato e come si è sviluppato nel corso degli anni il linguaggio del jazz, ponendo particolare attenzione alla sua evoluzione sul sassofono.

TEMI DELLA MASTERCLASS:

  • gli stili improvvisativi;
  • gli elementi caratterizzanti del suono;
  • il setup usato dai grandi maestri.

Tutti i partecipanti parteciperanno attivamente al corso con trascrizioni e momenti di improvvisazione sotto la guida del docente.

Si eseguiranno standards famosi e si discuterà de vari metodi di apprendimento del linguaggio.

ORARI

 

 

Chitarra

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Daniele Cordisco

La masterclass di chitarra jazz si pone come obiettivo una serie di aspetti atti a rinforzare le basi del linguaggio improvvisativo, ritmico e melodico.

TEMI DELLA MASTERCLASS:

  • studio del timing, come migliorarsi con piccoli esercizi quotidiani.
  • linguaggio jazzistico sul blues da Grant Green a Peter Bernstein.
  • accompagnamento in 4 stile Freddie Green e comping con accordi root less.
  • linguaggio bebop sulla chitarra, dai temi di Charlie Parker alle trascrizioni di George Coleman.
  • trascrizioni e come applicarle agli standards.
  • tecniche di memorizzazione degli standards.
  • come armonizzare gli standards con la tecnica del chord melody.
ORARI

 

 

Basso elettrico

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Tommaso Scannapieco

La masterclass sarà suddivisa in base alle seguenti attività:

  • Apertura con discussione sull’evoluzione del basso elettrico, dalla sua creazione ai giorni nostri.
  • Il Suono.
  • Repertorio: analisi di brani dal punto di vista tecnico, stilistico, armonico e melodico.

I brani possono essere in tutti gli stili principali (rock, pop, funk, jazz, latin) o monostilistici: la scelta tra il multistilismo e l’approfondimento di un solo stile.

TEMI GENERALI

  • Lettura di materiale lavorativo
  • Tecnica espressiva (timing, dinamiche, andamenti, lunghezza note)
  • Improvvisazione su strutture diverse.
  • Il materiale didattico verrà fornito incontro per incontro. 

 

ORARI

 

 

Contrabbasso

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Aldo Vigorito

LINEE MELODICHE PER IL WALKING BASS

Il contrabbasso come strumento a doppio ruolo.

Da una parte  la terra, il ritmo solido, le radici, le note fondamentali,  la comprensibilità dell’armonia. Dall’altra, il solista di contrabbasso deve uscire da tutto questo e saper creare degli assoli interessanti, allontanandosi dalle toniche e dalle note fondamentali, e stare sul tempo senza necessariamente “portare”il tempo.

Già dallo studio dell’accompagnamento, del walking bass o dei vari pattern ritmici, si possono creare i presupposti per il linguaggio improvvisativo. 

Il programma è naturalmente subordinato al livello degli allievi partecipanti, e su di loro personalizzato.

TEMI DELLA MASTERCLASS

  • Il II V I
  • Costruzione di linee di basso
  • Tecniche di accompagnamento
  • Tecniche di improvvisazione
  • Applicazione su standards di varia difficoltà
  • Il blues
  • Coltrane changes
ORARI

 

 

Batteria

Venerdì 13 e Sabato 14 settembre

Docente: Lorenzo Tucci

TEMI DELLA MASTERCLASS

Tecnica, coordinazione e indipendenza, il Groove, dal Jazz ai tempi dispari, dal Funk alla R&B e Latin jazz.
Verrà data molta attenzione all’uso e all’importanza del “Piatto” jazz insieme al tamburo e le varie tecniche come la Moeller Tecnique.
Verranno esaminati i linguaggi dei grandi batteristi che hanno fatto la storia del jazz da Tony Williams a Elvin Jones, Max Roach, Jimmy Cobb, Roy Heynes, Jack Dejonnette.

ORARI

 

 

Vibrafono

Solo venerdì 13 settembre 2019

Docente: Pierpaolo Bisogno

TEMI DELLA MASTERCLASS

Nascita del Vibrafono e della sua evoluzione nel jazz e non solo, inoltre ci soffermeremo sull’importanza dei linguaggi stilistici, ed improvvisativi, attraverso esempi di musica jazz, latin, funk ed anche classica, ricordando il grande J.S.Bach.

In questo primo step ci occuperemo in modo pratico soprattutto dell’applicazione del drumming a due bacchette e della dinamica del suono in stile Jazz.

Affronteremo l’armonizzazione delle scale e l’uso dei modi greci, attraverso un approccio improvvisativo basilare.

Parleremo e tratteremo, attraverso esempi con gli allievi, lo studio della lettura con la pronuncia jazzistica e nei vari stili affiancati.

Discuteremo della nascita e dell’impiego della scala blues e delle pentatoniche, quale primo materiale di utilizzo per improvvisazioni su strutture facili del jazz, partendo dal Blues fino al Bebop, per poi arrivare ad un concetto modale e moderno.

Inoltre, ci soffermeremo sulla tecnica a quattro bacchette, l’uso della Gary Burton e della sua evoluzione attuale, attraverso accompagnamenti jazzistici, dai più semplici ai più complessi e moderni.

Inoltre, parleremo del repertorio del jazzista odierno e delle strutture più usate nell’improvvisazione jazzistica.

Ulteriori argomenti: 

  • Tecnica dei voicing per l’armonizzazione di una melodia.
  • Sostituzione degli accordi nell’armonizzare una melodia.
  • Studio del voicing 7-3 per gli accompagnamenti jazzistici in tutte le sue forme.

 

ORARI

 

 

Percussioni

solo sabato 14 settembre 2019

La comparsa delle percussioni afroamericane nel jazz dagli anni 50

Docente: Pierpaolo Bisogno

Nella Masterclass analizzeremo alcuni tra i ritmi cubani e afrocubani che più hanno partecipato all’evoluzione musicale e stilistica non solo dell’isola ma anche di Jazz, ed il latin jazz.

Parleremo dell’uso di congas e bongò, nello swing , bop, latin swing e nella bossanova in stile jazz.

Analizzeremo le sonorità e i diversi maneggi da utilizzare, come accompagnare con le congas ed i bongò, la batteria jazz sui medium e fast swing.

Parleremo dell’ importanza dell’interplay e della conoscenza stilistica.

 

La musica Folklorica AfroCubana

Docente: Gerardo Palumbo

Storia, evoluzione, strumenti, cellule ritmiche, religione, questi sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano il vastissimo mondo della percussione a Cuba.

Cercheremo di analizzarne alcuni stili, come l’Abakuà, il Bembe la Rumba (guaguancò, columbia e yambù). Andremo alla radice di tutto ciò per apprezzarne gli aspetti nella forma più autentica e possibilmente vicina alla verità.

Analizzeremo gli stili ed il ruolo di ogni componente, il ruolo di ogni tamburo, sia di accompagnamento che solista, le varie campane e tutti gli strumenti tipici, la relazione con il ballo e con il canto ma soprattutto a che scopo serve in origine.   

La contaminazione di culture e ritmiche Afrocubane nella musica pop world music

Docente: Davide Cantarella

  • come usare le piccole percussioni (shaker, campane, colori, congas, bongò, clavi), nella musica fusion, world, pop 
  • differenze di pensiero tra la musica latin jazz, salsa e pop world
  • come lavorare con il click nella musica pop commerciale usando piccole percussioni (shaker, capanacci, caixi, tamburine) in modo poliritmico con i fusti sonori (congas, bongò, timbales)
  • loop e poliritmia (batteria e percussioni)
  • Hybrid-set (batteria e percussioni)
  • Come costruire un loop sequencer con oggettistica
  • Come usare il Tamburine e pedal tamburine
ORARI

 

 

Loading…

Scopri tutti gli insegnanti

INSEGNANTI